mercoledì, settembre 03, 2008

Abbiamo fatto un bel viaggio io e paolo. Tre settimane circa di auto e tenda ed il giro della mappa. Siamo stati da circe e dalla sibilla, a calcata e a frigolandia, a montalto di castro a mezzogiorno e nel deserto del lago di monte cotugno che pare in un anno abbia perso 133 milioni di metri cubi d'acqua … abbiamo parcheggiato fra le centinaia di villette a schiera, privilegi unici nuovi di zecca, di sperlonga e ci siamo persi fra le prostitute ed i fuochi alla diossina di capua, città d’arte e studi. È stata l’unica volta quella che si è fatto per un po’ ricorso all’autostrada, la salerno-reggio calabria. E sarebbe stato bello concentrarsi sugli abusi edilizi ed i disastri ambientali, invece che sulle chiese ed i paesaggi, ma alla fine il viaggio era pur sempre una vacanza e non si può fingere di essere quello che non si è … anche se poi in realtà, finita la vacanza, ti ritrovi a casa ad aspettare che ti richiamino per un contratto di quattro mesi ed un lavoro di merda. E mentre aspetti davvero ti chiedi chi sei e vedi che non sai nemmeno che foto postare. Andare a sentire le luci della centrale elettrica è la cosa più stimolante che riesci a progettare … poi lo vedremo che cosa racconteremo di questi cazzo di anni zero.



3 commenti:

Marco ha detto...

Oltre il concerto delle Luci c'è tanto altro da progettare! se non altro il nostro futuro lontano da qui.... eheheheh ;)

ednorvo ha detto...

non c'e' nemmeno la luce...

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie